La Flauta

The Ridiculous Blog of a Blonde Flutist

consigli utili per farsi/fare l’amante

| 57 commenti

Lo scrivo con ironia, ma nemmeno tanto: farsi l’amante, o fare l’amante, è un mestiere che prima o poi capita a tutti. Ci si casca dentro senza esser preparati, mentre invece bisognerebbe esserlo.

Assieme ad un team di esperti, raccolgo qui utili consigli per chi dovesse affrontare questa stimolante situazione.

Intanto: l’amante è la posizione più comoda che vi possa capitare. Avrete un altro che l’aiuta a far la spesa e che la vede in bigodini e maschera al cetriolo, ovvero avrete un’altra che gli lava i calzini e le mutande.
Questa è una cosa fondamentale, credetemi.

Di qui definiamo, il contraente: il fedifrago. Il beneficiario: l’amante.

Il fedifrago è solitamente molto affettuoso, molto generoso, ma terribilmente possessivo e geloso. Quindi, come lei/lui racconterà una serie di balle colossali al coniuge (o al fidanzato ufficiale, che qui non si fa distinzioni), voi dovrete attrezzarvi per fare altrettanto. Di base il fedifrago (la fedifraga suona malissimo, quindi includiamo entrambe le categorie) è convinto che  l’amante stia lì ad aspettare un trillo del telefono per vederlo/la.
In realtà, a parte forse un primo periodo, si deve coniugare (ehm) la propria vita privata con tale relazione, quindi lavoro-amici-palestra-corsodirumba-intrallazziconl’insegnantedirumba.  Organizzandosi, si può fare, basta essere convincenti (vedi fase "come farla sempre franca").

Come disse Battisti "cerca di evitare i posti che frequento e che conosci anche tu". Che nascondersi in un portaombrelli se lei/lui incontra il collega-mammadeicompagnidiscuoladelfiglio-ziadicaltanisetta è sempre spiacevole. Nel caso, svanire con nonchalance e non fare domande (sono tristissimi quando provano qualche spiegazione…) è dote da imparare alla svelta.

Non usare fondotinta e rossetto, evitare i tagli lunghi (che i capelli, specie se biondi e lunghi, sono piuttosto complicati da motivare) o i profumi intensi. E non far regali, che l’altro/a non saprebbe come giustificare a casa. 

Dove consumare

I motel: i motel a ore non esistono più. Inutile cercare. Forse forse i motel d’autostrada.
O puntate la carta "caro ho un viaggio di lavoro-un concerto in uzbekistan-uno stage di rumba-la riunione delle pop-pon girl classe 89" e state fuori il weekend, o ripiegate sulla camporella. Che rimane romantica. Soprattutto con la nebbia invernale attorno.
Altrimenti, fatevi prestare la casa dagli amici. Non la negheranno, se prometterete di ricambiare. O li fate guardare (okay, opzione per i più disinibiti). O partecipare (opzione per i mooolto più disinibiti).

Fase "come farla sempre franca"

Non serve dirlo: sull’agenda il vostro contraente/beneficiario si chiamerà Giulia (e non Giulio). Banale, ma ci cascano sempre. Blocco del telefono e cancellazione istantanea di ogni sms ed elenco chiamate. Sempre. Perchè l’unica volta che non lo farete, sarete beccati.
Nel qual caso, negare, negare sempre, fissando gli occhi dell’altro/a con serenità. Respirate piano, e non agitatevi. Non inventate lì per lì una balla, non improvvisate se non siete dei professionisti, avete bisogno di pensarla bene, sarà fonte di mille recriminazioni altrimenti. Puntate sull’etica: "ma come puoi pensare….non ti fidi di me, vergognati….non posso credere che pensi io sia capace di…." e prendete tempo. La balla migliore è sempre la seconda che vi viene in mente.
Perchè il coniuge, fondamentalmente, implora che gli diate una motivazione abbastanza credibile, per non soffrire scoprendo palesemente il tradimento. Non crederà comunque, ma farà finta egregiamente senza rancore.
E ricordate di segnarvi le balle che raccontate. Il sospetto di un coniuge tradito ha una memorycard da seimilagigabite, per le vostre scuse.

Questo vale per entrambi. Perchè prima o poi negherete anche tra voi.

 

Si, di base è un gran casino. Si potrebbe rinunciare. Ma ci sono importanti punti da memorizzare:

– con l’amante si è sempre migliori. Splendidi, preparati, felici, pieni di idee e ormoni, che con l’amante si fan cose che non si chiedono al padre/madre dei propri figli.  Alla fine, ognuno torna a casa propria.

– dà adrenalina. Il bisogno ancestrale del peccato dà un gusto tutto diverso alla vita di ogni giorno.

– è confermato da mille studi: l’amante rende solido un matrimonio. Secondo me le andrebbe parte della pensione di reversibilità, per esser onesti.

Altro da aggiungere?…..

57 commenti

  1. Ciao tutti,
    Ho sempre odiato i tradimenti e giudicato coloro che ne facevano. Sono andata a convivere molto giovane e mi sono sposata qualche anno dopo all’età di 20 anni. Mio marito ed io siamo cresciuti insieme e condiviso tantissime esperienze. La nostra è stata credo una delle più belle storie d’amore mai esistite. Tuttavia dopo 9 anni di matrimonio lui è cambiato piano piano successivamente ad aver intrapreso una carriera ciclistica. Praticamente lui si è messo insieme alla mia ex migliore amica e mi ha lasciata dal giorno alla notte e lasciando mi nella peggiore delle situazioni portandomi a denunciarlo e così ho conosciuto un poliziotto. Lui con me era gentile, scherzoso e mi provocava facendomi sentire di nuovo desiderata. Ha 17 anni più di me, sposato con 2 figli ma non sono riuscita a fermarmi, ci ho provato ma il bisogno di sentirsi apprezzati era troppo forte. Lui è “terrone” – non me ne vogliate – quindi ho scoperto la differenza tra gli uomini del nord/centro e il sud. È MASCHIO passionale, geloso, protettivo ed è molto dotato 🙂 Ma sopratutto sa come farmi sentire femmina. Mi stringe a sè quando ci incontriamo, alzandomi da terra, la pacca sul sedere e gli sguardi che mi fanno sciogliere. Lui ha un telefono “segreto” che usa con me e che tiene chiuso a chiave nel bagagliaio della macchina quando non è al lavoro o da solo. È un anno che sono la sua “fidanzata ufficiale” – mi chiama così – e ci vediamo quasi tutti giorni. Facciamo colazione insieme tutte le mattine vicino a dove lavora quindi oramai hanno capito che siamo una coppia clandestina e a me non dispiace. Lui è orgoglioso di me quando siamo in giro insieme e sono come il suo trofeo. Mi piace che ci guardano, le donne giudicano la differenza di età e capiscano che io sono l’amante mentre gli uomini fissano e sorridano invidiosi del similsesso che si sc**a la donna più giovane. Con lui faccio e provo cose che con mio ex marito non ho mai fatto e allo stesso tempo io gli faccio cose che sua moglie mai gli ha fatto o concesso. Io abito da sola quindi viene da me due o tre volte a settimana ma comunque ci vediamo tutti giorni a parte la domenica a meno che non andiamo entrambi a lavare la macchina ! Ci siamo concessi qualche fantastico weekend dove è stato bellissimo per entrambi potersi tenere per mano e baciarsi senza doverci nascondere e le nottate intere dove abbiamo dormito ben poco ma che ci hanno permesso di rimanere abbracciati insieme senza la fretta che lui stesse facendo troppo tardi.
    Avrete capito che sono innamorata e lo è pure lui. Vorremmo solo se fosse possibile vivere la nostra storia apertamente ma il problema è suo e lo capisco. Il problema più che altro è economico perché la moglie non ha mai lavorato quindi una famiglia di 4 campa con lo stipendio di uno sbirro con finanziamenti sulle macchine + mutuo sulla casa + un prestito, quindi come vedete non sembrano esserci via di scampo. Ma per ora va bene così, ci accontentiamo di parlarci e messaggiarci tutto il giorno, di vederci per infiniti caffè e di passare un paio di giorni insieme lontani ogni 2 mesi circa. In zona stiamo attenti anche se a volte quando sembra che non conosciamo nessuno ci salutiamo con un bacio ma lui dice sempre che se lei ci scopre vorrà dire che è destino e faremo come si può. Non è facile vivere un rapporto così se solo uno dei due è sposato/a. Diverse volte mi sono trovata in difficoltà per via della mia separazione ma non potevo chiamarlo e chiedergli aiuto. Se ho un problema e lui non è al lavoro è sempre l’ultimo a saperlo mentre vorrei fosse il primo. Io la sera esco con amici e lui si deprime perché, invece di essere con me e di sapere dove e con chi sono, è costretto a starsene in casa a non fare nulla o a guardare un film noioso con lei. Mi sento in colpa per quello che dico ma questa nostra storia mi fa stare bene ed egoisticamente mi va bene così. Mi spiace che ci sia una persona ignara di come si comporta il marito alle sua spalle, d’altronde è successo anche a me e si sta male quando la si scopre…ma non riesco e non voglio rinunciare alla nostra storia. Spero un giorno Dio ci perdoni. Ciao a tutti

  2. ….Tutti avete parlato del durante e del dopo….ma del PRIMA che mi dite? Come si inizia? Prenoto un albergo a aspetto che arrivi? Io sono a VR e lui a PD. Cosa faccio? Come lo sprono? Coinvolgo un amico in comune cosi’ ha la scusa d’uscire? Non e’ per niente facile fare il primo passo….perche’ non c’e’ tempo…non ha la scusa giusta… Magari non lo vuole?…ma no lo sento che mi vuole….

  3. Scusate….ciao a tuttiiiiiii. 😉

  4. Avere una amante (ne parlo al femminile io sono uomo, ma il discorso non cambia per l’altro sesso) è indispensabile.
    Indispensabile come respirare, fa bene al rapporto di coppia , fa bene a se stessi, nel senso che è stimolante, fa bene all’umore ecc…
    Come fare per organizzare gli incontri? Facile, comincia a tradire immediatamente, creati degli impegni finti fin da subito, dall’inizio del rapporto con la fidanzata, la moglie la compagna. In questa maniera il tuo comportamento sarà sempre lo stesso e non desterai sospetto.
    Tradire non vuol dire non amare, anzi, tornando a casa dopo l’incontro clandestino proverai amore per la tua compagna, sarai più tenero ed affettuoso. Il tutto con quel pizzico di senso di vergogna e pentimento (poi passa) che nel tempo capirai essere indispensabile in un rapporto.

  5. Non è facile essere amante. Tanti ti giudicherebbero una poco di buono, una rovina famiglie, e magari una zoccola. Non è così. Io non volevo innamorarmi di lui ma è successo. Anche lui sembrava non volesse, aveva troppe cose in ballo: moglie, casa, figli, mutuo, ecc ma tra noi inizialmente è nata un’amicizia splendida che poi si è trasformata in qualcosa di +. E a quel punto mi resi conto che la cosa poteva sfociare in un rapporto clandestino e ingiusto, e… così mi misi con un altro. La cosa ovviamente non funzionò, lui era troppo nei miei pensieri, il mio ex se ne accorse della mia “superficialità” e mi lasciò. Non ero riuscita a soffocare i miei sentimenti con lui e cominciammo a vederci. E ‘ da 2 anni e mezzo che va avanti la nostra storia… tanto sesso sì, ma in tutto questo tempo non è cambiato niente. Lui sta sempre con sua moglie ma dall’altra non vuole rinunciare a me, perchè dice che con me sta bene e si sente apprezzato, amato, coccolato, …ma non è innamorato come me. Io per stare con lui ho accettato fin dall’inizio le “condizioni” e lui si è sempre assicurato che non stessi male. Ma non è facile far finta di niente e per questo gli ho sempre chiesto di non parlarmi di lei, anche se vorrebbe parlare con me di tutto, ma io di lei non me ne frega niente. La odio. Perchè ne sono gelosa, e perchè odio come si comporta lei nei suoi confronti, perchè non lo ha mai capito. Ma lui si sente in dovere ed ha accettato il suo destino, con lei. Ma so per certo che in fondo nel suo cuore ci sono anch’io e nonostante i suoi “vivi l’attimo” e “mai dire mai” io sono qui che spero e mi illudo… per niente. Alterno situazioni di serenità dopo averlo visto con quelle di ansia nel pensare alla realtà, e mi sto consumando. E magari, come dice Alby, lui ha rafforzato la sua storia con lei e io a sto punto mi sento solo “il terzo incomodo…comodo”…. che tristezza 🙁

  6. per SadLover:
    invece hai ragione su tante cose… vedi anche io ci soffro in realtà. Ho scoperto (o forse mi sono solo reso conto) di amare entrambe ugualmente e di desiderare di stare con la mia amante ufficialmente e per sempre.
    la vita purtroppo non ci da una seconda occasione ed è difficile tornare indietro.
    Di certo ci si rende conto che il cuore comanda la ragione e venire fuori è impossibile.
    Anche le parole a volte sono sprecate…. non è importante quello che dice la bocca ma solo quello che dice il cuore.
    Vorrei essere scoperto così da essere lasciato ma so anche che lei (amante) non mi vorrebbe più come compagno perchè sa che sono un traditore.
    Meglio essere single e vivere alla giornata, di avventure e storielle?
    non lo so…. forse si
    ciao

  7. Chi ha scritto questo articolo è fottuto genio. Giuro, vorrei conoscerlo. Grazie

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.